ORGANIZZARSI PER IL GIORNO DOPO

Anticipare qualche piccolo preparativo la sera prima della vostra giornata lavorativa, permette di dormire un po’ di più la mattina!

organizzarsi giorno dopo
Fonte: pinterest

Quando si è ben riposate, si ha più energia e maggiore capacità di concentrazione, risultando più produttive e pronte a godervi anche una sana colazione con tutta calma.
Inoltre, se non si dorme a sufficienza, si è più soggette a distrazioni e si rischia di essere sempre stressate ed irritabili.
Quindi, a seconda di quale ora dovete svegliarvi la mattina, calcolate almeno 8 ore prima per andare a dormire.

Ogni sera valutate gli impegni del giorno dopo e organizzatevi così:

  • scegliete i vestiti per il giorno seguente e poneteli sulla poltrona della camera;
  • preparate già la moka sul fornello così la mattina dovrete solo accendere e attendere che il caffè esca;
  • riordinate la cucina;
  • preparate la tavola per la colazione.

Nel caso di segretarie mamme organizzatevi così:

  • preparate l’abbigliamento dei piccoli per il giorno dopo;
  • controllate se hanno terminato i compiti e visionate gli zaini col materiale giusto;
  • leggete una favola o conversate un po’ (a seconda dell’età) e metteteli a letto.

I piccoli di casa possono rallentare notevolmente lo svolgimento della routine post-cena della mamma.
Per sbrigarvi ad anticipare le mansioni che fanno perdere tempo è importante che anche i bambini abbiano una loro routine serale che deve essere seguita sempre come sopra.

Cercate di non far fare loro capricci, assecondandoli con una qualsiasi attività che li rilassi ed abituandoli ad andare a letto presto, per far sì che riusciate a sbrigare le vostre faccende serali.

UN UFFICIO ORDINATO

Secondo alcune statistiche, risulta che chi lavora in un ambiente pulito e ordinato aumenta la sua produttività lavorativa. Inoltre, la maggior parte dei datori di lavoro non amano segretarie disordinate perché danno l’impressione di inaffidabilità. 
Mantenere un ufficio in ordine produce molti vantaggi per l’efficienza lavorativa.

ufficio ordinato
Fonte: pixabay

La regola fondamentale è ogni cosa a proprio posto, e bisogna:

  • liberarsi dagli oggetti inutili e vecchi;
  • raggruppare fogli sparsi ovunque e raccogliere quelli a terra o sul davanzale della finestra;
  • fare la raccolta differenziata e scrivere su ogni bidone dove va gettata la carta e la plastica;
  • dividere l’archivio con un senso logico;
  • mettere le relative pratiche al proprio posto: negli armadi, sugli scaffali o negli schedari;
  • riporre i piccoli oggetti di cancelleria negli appositi contenitori;
  • controllare le piante e buttare quelle moribonde;
  • eliminare la polvere nelle scaffalature;
  • profumare l’ambiente.

Sono tutti escamotage che permettono un ufficio più bello del solito. Vedrete che senza disordine anche i giorni più faticosi saranno meno pesanti!

Per curare ulteriormente il vostro ufficio, mettetevi nei panni di una persona che entra per la prima volta, osservate tutto intorno e cercate di notare quale sarebbe l’impressione che può suscitare quella stanza.

L’ordine ha effetti positivi sul benessere fisico e psichico delle impiegate, oltre a ridurre lo stress all’interno della zona di lavoro, limitando le discussioni tra colleghe proprio a causa del caos.

LA TAVOLETTA GRAFICA E L’ARTE DI SCARABOCCHIARE

tavoletta grafica
Fonte: pinterest

La tavoletta grafica è un’apparecchiatura che permette l’inserimento di dati all’interno di un pc.
Non è facile ricordare tutto, che si tratti di una riunione, un corso di aggiornamento o di una persona che si trova dall’altra parte del telefono.
È un vero e proprio dispositivo per la scrittura, con un metodo di annotazione immediato che permette di portare avanti il lavoro con una certa disinvoltura.

A volte capita di dover prendere appunti su un pezzo di carta, ma la comodità di questo oggetto è qualcosa di unico. Un bene prezioso e tecnologico con cui si può prendere nota di tutto ciò per cui vale la pena essere ricordato.

È adatta, inoltre, per prendersi dei veri e propri momenti di sfogo e di libertà personali. In questo caso parliamo dell’arte di scarabocchiare.
Sembrerà banale, ma chi lavora in ufficio, solitamente, mentre parliamo al telefono o siamo pensierose, capita di sentire il bisogno di scarabocchiare per qualche istante.
Qui la tavoletta è utile e pratica, anziché il solito metodo carta e penna, senza sprecare la carta, si ha a disposizione un block notes di pagine illimitate.

l'arte di scarabocchiare
Fonte: pinterest

Infatti, scarabocchiare significa disegnare senza pensare e ha dei benefici, come ad esempio:

  • fa bene alle segretarie per alcune brevi pause mentale;
  • è un buon metodo per rilassarsi e staccare la spina;
  • migliora la produttività al lavoro;
  • aiuta a creare nuove idee;
  • è uno stimolo per la creatività quotidiana d’ufficio.

Insomma, è una piccola valvola di sfogo che serve a distrarsi un po’ e a liberare la mente.

COMBATTERE LO STRESS DA LAVORO

Il posto di lavoro è il luogo in cui si trascorre circa il 70% della propria quotidianità e dove il nostro corpo assorbe più facilmente la tensione.
Fare delle pause in ufficio è importante, perché migliora la concentrazione e la produttività.
Le scadenze, le pressioni da parte di colleghi, datori di lavoro e clienti possono mettere a dura prova lo stress psicofisico.
Per legge a qualsiasi dipendente sono concessi 10 minuti di pausa ogni 6 ore, invece per chi lavora solo davanti al pc (attività videoterminali) 15 minuti ogni 2 ore. In questo piccolo lasso di tempo esistono delle soluzioni per rilassarsi e ritrovare la serenità.

Ecco alcuni consigli per concedersi momenti di pause rigeneranti:

  • fare stretching da seduto per le braccia e la schiena, poi alzarsi e camminare un po’;
  • allungamenti verso l’alto con la tecnica della respirazione;
  • praticare 3 minuti di palming, con i gomiti poggiati sulla scrivania, per riposare la vista affaticata e dare beneficio anche alla mente;
  • fare un piccolo spuntino, prendere un caffè o una boccata d’aria;
  • annusare un’essenza che solitamente trasmette piacere olfattivo e buon umore.
stretching da ufficio
Fonte: pinterest
stretching da ufficio
Fonte: pinterest

Ricordo che, durante la mia pausa lavorativa, il mio antistress preferito era la levapunti a molla: stringevo e lasciavo nel palmo delle mie mani.
Se anche voi siete manuali esistono delle palline pertinenti ed antistress.

Quindi, la pausa al lavoro serve per stimolare la creatività e diminuire la sedentarietà. Poiché le lunghe ore passate davanti al pc sono controproducenti, bisogna approfittarne per staccare un attimo la spina. Giusto il tempo di sgranchirsi un po’ le gambe, che è un ottimo toccasana.

stretching in ufficio
Fonte: pinterest

Se vi capitano una di quelle giornate davvero impegnative, la sera tornando a casa, concedetevi un bel bagno rilassante e profumato, in quanto vi aiuta a concludere al meglio la giornata.

ABOUT ME…

Ciao a tutte, segretarie!!

Dopo aver lavorato per anni come segretaria… Mesi e mesi a fare ricerche su diverse community e gruppi online di segretarie/assistenti (acquisendo più consapevolezza di questo mondo) ho deciso di aprire un mio own-blog, dove poter sfoggiare la mia passione.
Uno spazio diverso dal solito e innovativo per chi vive questa vita!

Qui troverete post su come organizzarsi al meglio in ufficio ed ispirazioni per la gestione delle pratiche impiegatizie. Tutte letture leggere di argomenti vari legati a questo ambiente che tanto ci trattiene!

Commentate senza timori, sono ben accetti: consigli, opinioni, suggerimenti e soprattutto scambi di idee e perché no anche racconti o sfoghi su giornate si e giornate no passate a lavoro, in questa grande unione che non ha confini… Quello del mondo delle segretarie… !!