COME ORGANIZZARE LO SCHEDARIO

schedario
Fonte: pinterest

Se volete mantenere in ordine il vostro spazio lavorativo e migliorare l’organizzazione delle carte, allora non dovete fare a meno dello schedario.
È un mobile per l’ufficio, al cui interno troviamo delle cartelle sospese con dentro le varie pratiche sistemate in ordine alfabetico, partendo sempre dall’alto verso il basso.

Un consiglio prezioso è quello di non riempire mai completamente i cassetti, perché se le cartelle sono troppo attaccate tra loro si rischia di non riuscire ad estrarle comodamente e soprattutto per dare spazio alle nuove pratiche che si aggiungeranno in futuro.
Quest’ultime non dovranno andare obbligatoriamente alla fine, ma al posto indicato dalla classificazione alfabetica.

interno schedario
Fonte: pinterest

Il metodo più tradizionale è quello di ordinare le pratiche all’interno delle cartelle etichettate in ordine cronologico, in modo tale che troverete con più facilità quello che cercate.
Quando si crea un fascicolo solo per persone fisiche, invece, è meglio scrivere sull’etichetta prima il Cognome poi il Nome, ed inserirlo sempre seguendo l’ordine alfabetico.

Mettete sempre al proprio posto le cartelle quando finite il lavoro. Capita spesso di tirarle fuori per fare soltanto delle piccole verifiche, ma una volta data un’occhiata si consiglia di rimetterle subito a posto, in modo da non accumularle sulla scrivania, rischiando anche di non ritrovarle la volta successiva.

Inoltre, ricordatevi di archiviare costantemente le pratiche non appena saranno terminate. Questo è un ottimo metodo per fare un ulteriore spazio alle nuove attività che subentreranno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *